IN.CO. - INnovare per COmpetere

Il progetto IN.CO. prevede un piano formativo rivolto all’impresa VITAP Costruzioni Meccaniche S.p.A. che ha sottoscritto, in data 9 GENNAIO 2012, il contratto di solidarietà “difensivo” con decorrenza dal 16 GENNAIO 2012 e avrà durata annuale.
Mediante il presente piano formativo si mira a sostenere l'aggiornamento e la qualificazione dei lavoratori interessati dal contratto di solidarietà affinché sia garantito il rafforzamento delle competenze individuali.
Gli obiettivi pertanto sono perfettamente in linea con quanto concordato con le parti sindacali che hanno avallato e sottoscritto il contratto di solidarietà sposando la politica dell’azienda di agevolare il mantenimento dell’occupazione, di sviluppare la professionalità aziendale investendo in un programma condiviso di formazione teorica e pratica (on the job) finalizzato ad accrescere le competenze e conoscenze dei lavoratori.

In questa delicata fase l“azienda VITAP Costruzioni Meccaniche S.p.a ha, in accordo con le rappresentanze sindacali ed istituzionali, concordato un contenimento degli esuberi mediante il ricorso al contratto di solidarietà “difensivo“ (ex legge 863/84) stipulato in data 9 gennaio 2012, con decorrenza dal 16 gennaio 2012 e di durata biennale.

Il medesimo contratto, che ha come finalità il contenimento del carico economico del costo del lavoro, conservando il patrimonio di competenza dei lavoratori, prevede esplicitamente anche l“impegno dell“azienda a:
- continuare sulla linea dell“innovazione e della ricerca progettando e realizzando prototipi che consentano di immettere sul mercato, alla sua impresa, macchinari altamente competitivi; - mettendo in atto azioni di miglioramento della metodologia di intervento sul mercato, pur nell“attuale contesto di instabilità;

- provvedere ad interventi formativi e di riqualificazione del proprio capitale umano funzionali alla piena ripresa dell“attività produttiva;

- ad investire nel piano di sviluppo delle professionalità aziendali con particolare riguardo al programma di formazione teorico e pratico del personale da attuarsi nell“anno 2012.

Tutto ciò ha scaturito la definizione di una completa ed organica valutazione dei fabbisogni. Questi ultimi sono emersi in seguito ad un check up aziendale che ha rappresentato una analisi dello stato di salute dell“impresa (analisi swot) con l“obiettivo di definire le risorse, sottolineare le debolezze, individuare le opportunità, considerare gli ostacoli ed i rischi reali, possibili e potenziali all“interno di una strategia di riorganizzazione già in atto.
Tale indagine, realizzata in sinergia con le rappresentanze sindacali ed i vertici dell“azienda, rappresenta uno strumento che parte dal passato (il patrimonio culturale sul quale si fonda l“impresa), analizza il presente (studiando i processi implementati per realizzare gli obiettivi) e si rivolge al futuro (individuando le opportunità di consolidamento e di ampliamento tenendo conto dei rischi possibili).

I punti tematici sviluppati hanno coinvolto in modo interdipendente i bisogni individuali, i bisogni professionali, i bisogni dell“organizzazione in vista dei bisogni del mercato e degli utenti finali.
I risultati emersi hanno evidenziato la necessità di investire nel capitale umano dell“azienda potenziando in modo concreto e determinante le competenze dei lavoratori con i seguenti obiettivi strategici:
1) innalzamento del livello di competenza della propria forza lavoro, mediante strumenti di diagnosi del fabbisogno e di accertamento di competenze del proprio capitale umano in ottica di consolidamento della propria posizione di mercato, puntando sulle conoscenze base ma altamente funzionali ai singoli ruoli aziendali (lingua inglese, privacy, marketing, etc.).
2) promuovere l“innovazione tecnologica nell“ottica dell“innovazione del processo di produzione puntando sulla ricerca e la prototipazione. Per arrivare al prototipo partendo dall’idea tecnica o creativa, l’azienda ha sviluppato e consolidato un invidiabile know how, frutto di continui investimenti in formazione e specializzazione. Ogni nuovo macchinario nasce dall’esperienza aziendale nel realizzare minuteria, in dettaglio dall’attività di ingegnerizzazione dei prototipi stessi.
I corsi di Assemblaggio prototipo Bridge-Forma3-Nesting faranno riferimento alle competenze e conoscenze incluse nel Repertorio Regionale delle Figure Professionali della Regione Toscana,